www.lg.com/it

LCD, LED, OLED e plasma: una guida semplice per scegliere il televisore ideale

TV | 21 novembre 2010 5 commenti

lglex81 LCD, LED, OLED e plasma: una guida semplice per scegliere il televisore idealeQuando arriva il momento di fare un acquisto tecnologico, è facile perdersi nel labirinto di sigle tecnologiche. Fateci caso, entrando in uno store di elettronica, è una vera e propria foresta di acronimi, di sigle, di nomi non immediatamente comprensibili.

In verità dietro questa selva di sigle spesso ci sono innovazioni importanti, che possono migliorare l’esperienza d’uso delle tecnologie o addirittura la qualità della vita di molti.

Acquistare un televisore pone il potenziale acquirente di fronte a precise scelte di campo, a cui corrispondono tecnologie diverse, ciascuna con caratteristiche proprie che si traducono in diverse qualità dell’immagine e dell’esperienza di visione e ciascuna contraddistinta da una sigla diversa. Ecco, quindi, una guida semplice per orientarsi al meglio e scegliere il televisore perfetto per le proprie esigenze.

Le differenze tra LCD, LED, OLED e plasma

I primi televisori digitali a schermo piatto a comparire sul mercato sono stati quelli con tecnologia LCD. LCD sta per Liquid Crystal Display: il pannello del televisore è composto da tante celle, ciascuna contenente un cristallo liquido che, se sottoposto a corrente elettrica, si attiva e si colora a seconda delle necessità. I televisori LCD normalmente sono retroilluminati, in modo tale da rendere visibile il pannello, da lampade a CCFL (cioè neon a catodo freddo).

I televisori con tecnologia LED mantengono la stessa struttura del pannello LCD, con la differenza che la retroilluminazione è garantita da LED. Su questo blog abbiamo già raccontato in precedenza i vantaggi portati dalla retroilluminazione LED (maggiore luminosità dello schermo, maggiore contrasto tra bianchi e neri e colori più accesi e “vivi”, oltre a una maggiore miniaturizzazione dei pannelli, che rende i televisori LED sempre più sottili).

LG, in questo ambito, propone i suoi televisori con tecnologia Full LED, cioè con l’illuminazione LED non solo sui lati dello schermo, ma sull’intero pannello. Fino a 960 punti luce LED, disposti sull’area visibile del televisore, garantiscono maggiore luminosità e permettono il local dimming, cioè l’oscuramento di alcuni punti luce per garantire neri perfetti e una qualità d’immagine altissima.

La tecnologia OLED è recentissima ed è un vero e proprio investimento sul futuro, che abbiamo già presentato in passato. OLED è una sigla che significa Organic Light Emitting Diode, cioè diodi luminescenti in cui lo strato elettroluminescente è composto da materiali organici, basati sul carbonio. Gli schermi OLED non richiedono retroilluminazione. Questo permette di avere una qualità d’immagine perfetta, con rapporti di contrasto ottimali, neri profondissimi e colori vivaci. E, in più, rende possibile la costruzione di televisori ancora più sottili, visto che non richiede apparati retroilluminanti.

In ultimo, i televisori con tecnologia al plasma dispongono di un’impostazione completamente diversa dagli altri. Gli schermi sono costituiti da due pannelli (solitamente di vetro) in cui si trovano moltissime celle, ciascuna contenente una miscela apposita di gas nobili. Sottoposti a differenza di potenziale, i gas nobili si ionizzano ed emettono luce di colori diversi a seconda delle necessità. Grazie a questo set-up tecnologico, i televisori al plasma permettono un’altissima qualità d’immagine e richiedono dimensioni dei pannelli piuttosto alte (sul mercato sono dai 42 pollici in su, solitamente), per le quali sono ideali.

Cosa scegliere?

Prima di qualsiasi disamina tecnologica, nella scelta di un televisore è bene fare tesoro di un consiglio: usate gli occhi. La soluzione ideale per l’acquisto di un televisore nuovo è sincerarsi con la propria vista della qualità d’immagine dei televisori ritenuti interessanti per dimensioni, funzionalità e prezzo. Non abbiate timore a chiedere ai rivenditori di mostrarvi i televisori in funzione, chiedendo che vengano collegati direttamente a fonti HD e a definizione standard: solo così potrete farvi un’idea reale di cosa vedrete.

Più in generale, riguardo alle tecnologie per i televisori digitali, si possono fare alcune valutazioni di massima che possono essere d’aiuto durante la scelta del prodotto ideale.

I televisori con tecnologia LCD sono la soluzione perfetta per chi vuole accedere al mondo della tv digitale senza spendere molto. La tecnologia LCD offre, soprattutto sugli schermi di ultima generazione, una buona qualità d’immagine a prezzi contenuti: l’ideale per chi ha budget limitati o cerca un secondo televisore da affiancare a quello “ufficiale”.

I televisori LED garantiscono un’altissima qualità d’immagine, che diventa ottima nel caso dei televisori Full LED. Grazie a un’illuminazione migliore, garantiscono colori più vivaci, un maggiore contrasto e una qualità d’immagine ancora più gradevole alla vista, su televisori di qualsiasi dimensione. I televisori con tecnologia LED, inoltre, sono solitamente più sottili delle loro controparti LCD e, se le dimensioni e l’estetica contano nei vostri processi di scelta, questo non è un dato da sottovalutare.

I televisori OLED sono sicuramente una coniugazione al futuro della tecnologia. Sul mercato ci sono pochi modelli, ma molto appetibili, di televisori con questa tecnologia: tutti con dimensioni del pannello piuttosto ridotte e con prezzi alti. Certo, la qualità d’immagine che garantiscono è senza pari: sono l’ideale per chi vuole il massimo e non bada a spese pur di poter guardare ogni giorno da vicino un pezzo di futuro. Col tempo, l’evoluzione tecnologica porterà al grande pubblico questa straordinaria tecnologia e sicuramente ci saranno televisori OLED con prezzi più bassi e dimensioni maggiori.

In ultimo, i televisori al plasma garantiscono una qualità d’immagine altissima su televisori dalle diagonali ampie (al punto che il dibattito è sempre aperto tra “sostenitori” della tecnologia LED e del plasma), con in più un rapporto di contrasto ottimale e una perfetta resa delle immagini in movimento, anche le più frenetiche. La possibilità da parte del pannello di aggiornare le singole celle di plasma, infatti, fa sì che i televisori al plasma possano avere velocità di refresh molto alte: questo garantisce una perfetta visione di scene in movimento, senza scie o altri effetti di persistenza. Va sottolineato che nel corso degli anni la tecnologia al plasma è migliorata e i televisori si sono evoluti enormemente: i problemi di consumo e di durata dei pannelli sono superati da molto tempo, al punto che i televisori al plasma recenti hanno consumi e un ciclo di vita comparabili ai prodotti con tecnologie concorrenti.

Related posts:

  1. Calibrare i televisori HD: una guida semplice
  2. Tecnocino recensisce LG 15EL950: il sottilissimo televisore OLED di LG
  3. Digitale Terrestre: una guida semplice
  4. Gioca con i TV Full LED Slim di LG e vinci un televisore 3D
  5. Switch Off – Ci pensa LG

5 Commenti a “LCD, LED, OLED e plasma: una guida semplice per scegliere il televisore ideale”

  1. [...] This post was mentioned on Twitter by LG Italia, CorporateBlog Italia. CorporateBlog Italia said: LCD, LED, OLED e plasma: una guida semplice per scegliere il televisore ideale http://bit.ly/cRSDW6 [LG Blog] [...]

  2. Anthony scrive:

    Ottima spiegazione complimenti :)

  3. Redoffice scrive:

    Finalmente una spiegazione chiara ed esaustiva delle varie tecnologie utilizzate… Complimenti!

  4. Emiliano scrive:

    Ottima spiegazione, spesso si fà confusione sulle varie tecnologie e spesso quando si vuole fare un acquisto ci si affida a commessi che ne sanno meno dell’acquirente.
    Proposito di acquisti, decisamente interessante il vostro modello LG led 32LE7800 e vorrei acquistarlo? Non riesco ha trovarlo in nessuno store! Essendo di casa ;) sapreste indicarmi dove posso acquistarlo?

  5. Nanna scrive:

    A questo riguardo ho una domanda…per capire meglio la differenza tra plasma e led: ho letto che il plasma, ha il problema della memoria delle immagini sullo schermo, cioè per intendersi, possono rimanere impresse le bande nere laterali se si guarda in modalità 4/3… problema che mi dicono non sussistere nel led. E’ vero o falso??

Lascia un Commento